Lo sapevi che...

Lo sapevi che...

La dieta mediterranea è un modello alimentare tradizionale seguito nelle regioni mediterranee, come Italia, Grecia, Spagna e altri paesi circostanti. Si basa su principi nutrizionali, abitudini alimentari e stile di vita che si sono sviluppati nel corso dei secoli.

Da sempre considerata una delle migliori al mondo in termini di varietà e bilanciamento dei nutrienti, segue dei principi base:

  • 45–60% di Glucidi, di prevalenza complessi (come gli amidi dei cereali)
  • 10–12% di Proteine, corrispondenti a 0,9g per kg di peso corporeo;
  • 20–35% di Grassi/Lipidi con una percentuale di grassi saturi (maggiormente rappresentati in quasi tutti i prodotti animali, tranne il pesce) inferiore al 10%. 

Le caratteristiche di questa dieta, che costituisce da tempo ormai un modello internazionale, sono:

  1. Alimenti vegetali: La dieta mediterranea pone un'enfasi sull'assunzione abbondante di frutta, verdura, legumi, cereali integrali, noci e semi. Questi alimenti sono ricchi di fibre, vitamine, minerali e antiossidanti che favoriscono la salute;
  2. Olio d'oliva come principale fonte di grassi: l'olio d'oliva è ampiamente utilizzato nella cucina mediterranea ed è la principale fonte di grassi nella dieta. È ricco di acidi grassi monoinsaturi, che apportano benefici per la salute cardiovascolare;
  3. Consumo di pesce e frutti di mare: il pesce, in particolare il pesce grasso come salmone, sardine e sgombro, è una fonte importante di proteine di alta qualità e acidi grassi omega-3;
  4. Limitazione del consumo di carne rossa: nella dieta mediterranea, il consumo di carne rossa è moderato e limitato a poche porzioni al mese. Al contrario, si preferiscono carni magre come pollo, tacchino e coniglio;
  5. Consumo moderato di latticini e formaggi: prediligendo prodotti con una percentuale di grassi minore, yogurt e formaggi freschi;
  6. Abitudine a pasti condivisi e attività fisica regolare: la dieta mediterranea fa riferimento non solo al cibo, ma anche ad uno stile di vita sano. Prevede pasti condivisi in famiglia o con amici, un ritmo di vita attivo e l'inclusione di attività fisica regolare;
  7. Assunzione moderata di zuccheri, dolci e alcol: prediligendo frutta fresca e dolci non confezionati.

Tornando al tema dei Lipidi, un sottogruppo molto interessante è quello che comprende gli acidi grassi Omega-3 e Omega-6.

 

Il bilanciamento degli acidi grassi Omega-3 e Omega-6 nella dieta mediterranea è infatti un aspetto essenziale per garantire una corretta alimentazione e promuovere la salute.

La dieta mediterranea prevede un consumo elevato di alimenti ricchi di acidi grassi Omega-3, come pesce, frutta secca e semi, nonché un adeguato apporto di alimenti contenenti acidi grassi Omega-6, come olio d'oliva, noci e semi di lino.

Gli acidi grassi Omega-3 e Omega-6 sono entrambi essenziali per l'organismo, ma è importante mantenere un equilibrio tra di essi.

La proporzione corretta che viene indicata oggi nella ricerca scientifica è un rapporto di circa 2:1 tra Omega-6 /Omega-3.

Quindi... la dieta mediterranea di oggi è davvero così bilanciata?

 

Dalla tradizione ad oggi…

Negli ultimi decenni, a causa dei cambiamenti nelle abitudini alimentari, l’utilizzo di prodotti confezionati e già cotti per mancanza di tempo ha portato ad un aumento significativo dell'assunzione di acidi grassi omega-6 rispetto a quelli omega-3. Ora viene misurato con un rapporto addirittura 15:1.

Se pensiamo a tutti i pasti che facciamo fuori oppure pasti veloci con cibi comprati al supermercato, possiamo notare subito uno sbilanciamento nella nostra alimentazione e stile di vita.

Questo squilibrio può contribuire a una serie di disturbi della salute, come infiammazione cronica, malattie cardiovascolari e squilibri metabolici.

Come possiamo migliorare il rapporto tra questi due nutrienti?

    Quando parliamo di alimentazione è sempre bene ricordare che il nostro organismo ha una meravigliosa saggezza e meccanismi di controllo e assorbimento che anche gli studi faticano a dimostrare, ma che danno una grande capacità al nostro organismo di adattarsi all’ambiente e alle abitudini che coltiviamo.

    Per ristabilire un equilibrio sano non servono grandi cambiamenti nella vita quotidiana, perché questo porterebbe un grande stress che allontana il nostro organismo dall’equilibrio; bastano piccoli accorgimenti per migliorare lo stato di salute generale e, in particolare, il bilanciamento lipidico.

    Osservare, comprendere, agire

      Per raggiungere un bilanciamento adeguato, per prima cosa:

      osservo il mio stile di vita e comincio a comprendere cosa posso cambiare, dove sto sbagliando e quanto spazio sento di poter dare al cambiamento

      posso poi seguire queste semplici indicazioni:

      1. Aumentare il consumo di alimenti ricchi di acidi grassi Omega-3: pesce grasso (come salmone, sgombro e sardine, pesce azzurro in genere), noci, semi di lino, semi di chia e alghe marine, erbe spontanee come portulaca, tarassaco, rucola, piantaggine. Questi alimenti sono fonti eccellenti di acidi grassi omega-3 a lunga catena, come l'acido eicosapentaenoico (EPA) e l'acido docosaesaenoico (DHA);
      2. Ridurre l'assunzione di alimenti ad alto contenuto di acidi grassi Omega-6: oli vegetali raffinati (come olio di semi di girasole, mais e soia) e alimenti trasformati che contengono questi oli. Gli oli vegetali raffinati sono spesso utilizzati nell'industria alimentare e sono presenti in molti prodotti confezionati. È importante leggere le etichette degli alimenti e cercare di ridurre il consumo di questi oli.
      3. Scegliere olio d'oliva extra vergine come principale fonte di grassi nella dieta. L'olio d'oliva è una componente chiave della dieta mediterranea ed è una fonte di acidi grassi monoinsaturi benefici per la salute. L'olio d'oliva ha un rapporto equilibrato tra omega-3 e omega-6 ed è una scelta più salutare rispetto agli oli vegetali raffinati.
      4. Mantenere una dieta varia ed equilibrata. La dieta mediterranea è nota per la sua ricchezza di alimenti freschi, come frutta, verdura, legumi e cereali integrali. Consumare una varietà di questi alimenti contribuirà a fornire un mix equilibrato di acidi grassi omega-3 e omega-6.

      Se facciamo fatica a cambiare le nostre abitudini, una soluzione c'è!


        L'assunzione di integratori Nutrimaris Omega-3 di alta qualità garantisce una rapida e sicura azione sul bilanciamento lipidico.

        Nutrimaris è un'ottima scelta per integrare gli Omega-3 nella propria dieta.

        E’ un integratore di ultima generazione con caratteristiche uniche.

        Grazie alla sua formula a base di olio di caviale estratto in modo sostenibile da aringhe norvegesi, Nutrimaris offre una delle forme più pure e assorbibili di Omega-3 disponibili sul mercato mantenendo in sé tutti i micro e macronutrienti fondamentali che si trovano nell’uovo di pesce e che garantiscono la vita.

        Inoltre, grazie alla forma fosfolipidica dei suoi Omega-3 ha una maggiore biodisponibilità rispetto agli integratori di Omega-3 tradizionali e una proporzione ottimale tra EPA e DHA.

        Ecco le principali motivazioni per cui considerare l'assunzione di integratori di Omega-3:

        1. Apporto insufficiente di Omega-3 dalla dieta: se la tua alimentazione non include regolarmente alimenti ricchi di Omega-3 come pesce grasso, noci, semi di lino e altri tipi di semi oleosi;
        2. Benefici per la salute cardiovascolare: gli Omega-3, in particolare l'acido eicosapentaenoico (EPA) e l'acido docosaesaenoico (DHA), sono noti per i loro effetti benefici sulla salute del cuore e dei vasi sanguigni. Possono contribuire a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue, abbassare la pressione sanguigna, ridurre l'infiammazione e migliorare la funzione cardiaca;
        3. Salute del sistema nervoso centrale e degli occhi
        4. Sostegno nella crescita del feto e per la salute della donna in gravidanza e allattamento
        5. Riduzione dell'infiammazione generale all'interno del proprio corpo.

         

        Posologia

        La posologia varia a seconda delle esigenze, e della motivazione per cui sto iniziando un percorso di integrazione.

        Gli studi scientifici consigliano di partire con 2 capsule del nostro prodotto Nutrimaris al giorno, ma possiamo aumentare la dose in base all’effetto che vogliamo avere.

        La valutazione e l’indicazione di un medico o biologo nutrizionista o personale sanitario esperto nel campo dell’integrazione e della nutrizione è fondamentale per scegliere la giusta posologia per ognuno di noi e vedere effetti tangibili a partire dalla 12° settimana di assunzione.

        Torna al blog

        Lascia un commento

        Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.

        ★★★★★
        Nutrimaris_-_Olio_di_caviale_180_capsule_1-3_mesi_-_Mockup_-_Fronte - 230px.jpg__PID:96f49f69-a243-453e-9c12-921b3d8f185c

        Dai il meglio al tuo corpo e alla tua mente con gli Omega-3 Nutrimaris

        Nutrimaris - Olio di Caviale - Ricco di Omega-3

        $64.00
        $71.00

        Estratto con cura dalle uova di aringhe norvegesi, da pescherie sostenibili, per la salute del cuore, degli occhi e del cervello.

        Acquista ora
        Volume-discount-Nutrimaris-500px.webp__PID:5c452039-de0b-4ae6-88c5-6870b92bc275

        Spedizione gratuita

        Fai un acquisto di almeno 100€ per la spedizione gratis in Italia

        Consegna mondiale

        Consegnamo in maniera rapida, tracciata ed in tutto il mondo

        Checkout protetto

        Offriamo tutti i metodi di pagamento più sicuri e protetti

        Assistenza garantita

        Puoi contattarci in ogni momento e risponderemo alle tue richieste